Loredana Di Lillo

Loredana Di Lillo è nata vicino a Bari nel 1979, si ferma a Roma a stu­di­are all’Accademia di Belle Arti e poi si trasferisce a Milano nel 2005. La sua arte invita lo spet­ta­tore a riflet­tere sulla memo­ria e il tempo, su ciò che è reale nella nos­tra con­dizione umana ora, nata dalla sto­ria. Ma l’artista non vuole par­lare di “ricor­dare”: ‘Preferirei dire riportare, riscri­vere o par­lare di una certa riten­zione delle immag­ini. Qual­cosa che va un po’ più in là del rac­con­tino dei fatti miei, ma che è anche molto vicino alla sto­ria intima di tutti noi’.
L’espressione di Di Lillo spazia attra­verso varie forme, quali dis­egno, pit­tura, scul­tura e instal­lazione, come una roulotte piena di car­to­line, foto e oggetti che doc­u­men­tano tradizioni e prob­lemi, toc­cando la sua espe­rienza per­son­ale di viaggi tra nord e sud, e l’esperienza stor­ica dell’emigrazione.
Mostre per­son­ali recenti includono SÜD, come parte della Res­i­denza d’artista– Level One, e Ani­mal, DOCVA Via­farini, Milano. Mostre col­let­tive selezion­ate: Ovovia Italia 61, Un Po d’arte, Torino; Calami­tati da Gino, Cen­tro Ital­iano Arte Con­tem­po­ranea, Foligno, Italia; Il bel paese dell’arte, Etiche ed estetiche della Nazione, GAMeC, Berg­amo, Italia; Pre­mio Lum, Teatro Margherita, Bari, Italia; Emerg­ing Tal­ents, Palazzo Strozzi, Firenze; e The Art of Camo, Cardi Black Box, Milan. Di Lillo vinse il Talk to the City Prize, Milano, nel 2005 e il Pre­mio Cairo 2013 con l’opera “Dou­ble Eye”.

Opere in vendita