Esther Stocker

Nasce a Silan­dro (Bolzano) nel 1974. Fre­quenta l’Akademie der Bilden Kün­ste di Vienna, l’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano e l’Art Cen­ter Col­lege of Design di Pasadena. Le sono stati con­fer­iti molti premi quali: l’Anton-Faistauer-Preis e il Paul Flora Preis (2002); il Förder­preis für Bildende Kunst des BKA e l’Otto-Mauer-Preis (2004); il Südtiroler Preis für Kunst am Bau (2007); il Preis der Stadt Wien (2009).
Nelle sue prime mostre, orga­niz­zate intorno alla fine degli anni Novanta, espone quadri astratto-geometrici carat­ter­iz­zati dalla sovrap­po­sizione di griglie ordi­nate di linee par­al­lele e per­pen­di­co­lari. Scopo dell’artista è inda­gare la percezione visiva. In queste opere la log­ica pre­or­di­nata delle immag­ini innesca un’esperienza visiva più pro­fonda, con­ducendo alla perdita di sta­bil­ità della visione ed all’apertura allo sguardo di nuovi luoghi che alter­ano l’apparente ordine della visione stessa.
Negli anni suc­ces­sivi la ricerca di Esther Stocker diventa più com­p­lessa con­ducendo all’abbandono della bidi­men­sion­al­ità del quadro a favore di instal­lazioni che, mod­u­lando lo spazio con strut­ture geo­met­riche, coin­vol­gono in maniera più glob­ale le percezioni ottiche e fisiche dello spet­ta­tore.
Esther Stocker vive e lavora a Vienna.

Opere in vendita