Art Basel Conversations 2017

Art Basel Con­ver­sa­tions ospita una serie di con­ver­sazioni su argo­menti riguardanti la scena artis­tica con­tem­po­ranea glob­ale, con molti rela­tori d’eccellenza tra cui artisti, gal­leristi, cura­tori, collezion­isti e molti altri pro­tag­o­nisti del panorama cul­tur­ale. Dal 7 dicem­bre al 10 dicem­bre 2017

Art Basel Conversations - Design Conferences You Cant Miss at Art Basel 2017

Art Basel Con­ver­sa­tions: Design Con­fer­ences You Cant Miss at Art Basel 2017

 

Come negli anni prece­denti, il pro­gramma di Art Basel Con­ver­sa­tions sarà una delle prin­ci­pali carat­ter­is­tiche dell’evento Art Basel Miami 2017. Orga­niz­zato da Mari Spir­ito, diret­trice e fon­da­trice di Pro­tocin­ema, si svol­gerà presso la Sala Banyan nel Miami Beach Botan­i­cal Gar­den dal 7 dicem­bre al 10 dicem­bre 2017.

Art Basel Conversations - Mari Spirito

Mari Spir­ito

 

Le Con­ver­sazioni di quest’anno pre­sen­ter­anno 19 con­ferenze che pre­sen­tano fig­ure di spicco del mondo dell’arte come Agustín Arteaga, Yto Bar­rada, Ste­fa­nia Bor­to­lami, José Car­los Diaz, Jor­dan Cas­teel, Teju Cole, Füsun Ecza­cıbaşı, Charles Gaines, Juan A. Gaitán, Alberto Ibargüen, Arthur Jafa, Pamela Joyner, Isaac Julien, Daniel Knorr, Hans Ulrich Obrist, Anne Paster­nak and Thad­daeus Ropac e molti altri. Le dis­cus­sioni di questa edi­zione copri­ranno un’ampia vari­età di argo­menti con­tem­po­ranei riguardanti sia l’arte che la polit­ica, che vanno dalla dis­si­pazione cul­tur­ale nelle Americhe, alle com­mis­sioni degli artisti e alla sosteni­bil­ità, dai punti di vista dei lavori degli artisti alla crisi cli­mat­ica al futuro incerto dell’arte nativa indigena.

Art Basel Conversations - Banyan Room

Banyan Room

 

L’evento si apre giovedì 7 dicem­bre con il “Pre­mier Artist Talk” con Charles Gaines — che fino a novem­bre 2018 avrà un’installazione a lui ded­i­cata presso l’Institute of Con­tem­po­rary Art (ICA) di Miami — durante il quale l’artista dis­cuterà il suo lavoro che affronta le nos­tre con­vinzioni e ide­olo­gie attra­verso la musica e il suo uso di sis­temi, griglie, fotografie ed espe­rienze percettive. Seguira’ una con­ferenza di collezion­isti “Beyond Col­lect­ing: What is Patron­age?” di Pamela Joyner e Füsun Eczacibaşı, entrambi collezion­isti d’arte e filantropi, e poi il dis­corso gior­nal­is­tico “The Pri­va­ti­za­tion of Art Jour­nal­ism” di Mary Louise Schu­macher del Mil­wau­kee Jour­nal Sen­tinel, critico d’arte e di architet­tura e Oss­ian Ward, respon­s­abile dei con­tenuti alla Lis­son Gallery di Londra.

Art Basel Conversations - Miami beach botanical garden

Miami Beach botan­i­cal garden

 

Tra gli altri ci sono i talk “Abstrac­tion in Reverse”, riguardante l’arte in Amer­ica Latina della meta’ del XX sec­olo, e “Is Cul­ture in the Amer­i­cas in Big Trou­ble?” sulle attuali minacce all’arte e alla cul­tura nei drammi politici in cui vivi­amo. Invece, ven­erdì 8 dicem­bre ci sara’ la con­ferenza “Dig­i­tal Muse­ums and Vir­tual Audi­ences” sull’innovazione dig­i­tale che ha appor­tato mod­i­fiche inno­v­a­tive alle gal­lerie d’arte e agli spet­ta­tori online, seguita da “Global Busi­ness Mod­els” che vert­era’ sui modi in cui i musei e le gal­lerie stanno rispon­dendo alla cres­cente pres­sione per parte­ci­pare al mondo dell’arte glob­ale e alle impli­cazioni per gli artisti e le pro­pri­età. Si terra’ anche un dis­cus­sione sul cam­bi­a­mento cli­matico e si dovrebbe anche prestare atten­zione al dis­corso degli artisti Yto Bar­rada e Daniel Knorr sui con­cetti di nazion­alita’ e razza, inti­to­lato ” Pub­lic Ter­ri­to­ries “, in cui mod­er­era’ Philipp Kaiser, il cura­tore del set­tore pub­blico dell’Art Basel a Miami Beach. Il pro­gramma è aperto al pub­blico e gra­tu­ito. Il cal­en­dario com­pleto degli eventi può essere con­sul­tato sul sito web Art Basel / Miami Beach 2017, ma una cosa è certa, quest’anno il pro­gramma Art Basel Con­ver­sa­tions non può essere perso!